calendario

Fanny & Alexander

13 giugno 2014

L' eterodirezione: un dispositivo di scrittura live

vlcsnap-2012-12-29-01h27m33s229

· Scuola Holden · Torino
Piazza Borgo Dora, 49
+39 011 6632812

http://www.scuolaholden.it
http://fannyalexander.org

L’ eterodirezione: un dispositivo di scrittura live
seminario intensivo di drammaturgia di Chiara Lagani

Il laboratorio indaga alcuni semplici dispositivi drammaturgici di eterodirezione e le loro possibili applicazioni alla pratica dell’’attore e a quella del drammaturgo. Eterodirigere un soggetto, in questa nostra accezione, significa somministrargli alcuni stimoli specifici a cui egli reagirà opponendo una specifica resistenza creativa. In altre parole in questo tipo di lavoro il soggetto è sempre attore-spettatore di un grosso evento, che lo implica in una maniera doppia: è infatti al contempo destinatario e origine di una nuova forma di linguaggio della scena. Nell’’ incondizionata pratica dell’’ attenzione, nella precisione sentimentale della sua risposta agli stimoli che gli vengono somministrati, il soggetto eterodiretto allena in sé la possibilità del testimone: primo attore della propria testimonianza. La sua attitudine incondizionata e mobile determina nel rapporto con la drammaturgia un equilibrio osmotico e potenzialmente reversibile. Si andranno a sperimentare nella pratica diverse disposizioni di gruppo di azione e reazione, nella relazione tra lavoro dell’attore e scrittura live del drammaturgo. L’attore eterodiretto agisce sotto lo stimolo diretto del drammaturgo, in obbedienza vigile e creativa a determinati impulsi o ordini che gli vengono somministrati tramite dispositivi smartphone o ipod dotati di auricolare. Ogni partecipante dovrà essere dotato di un suo dispositivo con auricolare. Il gruppo sarà suddiviso in più unità di lavoro per dar vita a un’ ipotesi corale di partitura scritta e agita eterodiretta.