calendario

e-production

20 luglio 2016

LUMEN

Sioux-gathering-Bull-Head-SD-1913

@ Da vicino nessuno è normale · ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini · Milano
Viale Ippocrate 45
+39 0266200646

http://www.olinda.org

LUMEN
Produzione | E production
Con | Luigi De Angelis e Emanuele Wiltsch Barberio
Ideazione e live electronics | Luigi De Angelis, Emanuele Wiltsch Barberio
Forme del fuoco | Nicola Fagnani e Giorgio Andreotta Calò
Custodia del fuoco | Nicola Fagnani e Giovanni Cavalcoli
Heart beat | Sergio Policicchio (8 luglio), Chiara Lagani (10 luglio), Cristina Rizzo (12 luglio)

Si ringraziano: Alberto Favretto e Elisa Bortolussi, Jacopo Paolin – Anbesa, Federico Tanzi – Audio73 – Pino Saulo

Lumen è un fuoco fatuo, dall’esistenza effimera e magica, che appare e scompare originando un invito notturno alla festa e al ballo collettivo. La sua durata è scandita dalla combustione di una grande pira di fuoco e il suo movimento innesca l’abbandono a una danza, ritmata dall’andamento della fiamma e dalle temperature del calore.
Lumen inaugura, con un una pulsazione di fuoco, l’inizio di una festa animista e di un Festival: lo Sferisterio si trasforma in un luogo del rito dove una fiamma disegna geometrie imprevedibili, scandendo la durata di un’esperienza musicale, che tende alla possessione e dal sapore iniziatico.
La forza naturale del fuoco costituisce un segnale temporale e un elemento formale e visivo, creato dall’artista Giorgio Andreotta Calò e dallo scenografo Nicola Fagnani.
Lumen mette in relazione i documenti di un archivio di registrazioni (dalla trance nei riti vudu di Haiti ai canti di guerra Sioux alla voce solitaria di uno sciamano colombiano) catalogandoli e confondendone i limiti di differenziazione. Ne riconosce una consaguineità e li mescola con le divinazioni musicali del presente, fino all’esperienza del dancefloor contemporaneo. La musica e il movimento possono possederci?

Lumen / dopofestival mobile
Lumen è un invito ad assaporare il demone del fuoco sotto alla pelle. Da rito iniziatico a dancefloor senza soluzione di continuità. Una fiamma ne scandisce le temperature e il ritmo. The set is on fire!