artisti 2012

Grey Filastine (USA)

Concerto

Dopo Fèsta, Darsena di città
Domenica 13 maggio, h 22.30

in collaborazione con Ravenna2019
Suoni contaminati composti da ritmi urbani, echi dub, orhestrazioni lo-fi, hip-hop di periferia e canti provenienti da svariate regioni del mondo. I bassi potenti e i ritmi incalzanti, influenzati dallo studio delle percussioni a Calcutta, Rio de Janeiro e Jajouka, in Marocco, che rispecchiano la visione politica senza barriere di Filastine. Il 2012 vede l’uscita del terzo full-lenght album Loot che in Italia avrà una promozione dedicata. L’album sarà preceduto dall’ep Colony Collapse, cui seguirà un tour mondiale (Asia/ America /Europa). Oltre al solito set-up con percussioni, elettronica e live visual, verrà affiancato dalla cantante e producer indonesiana Nova, che ha collaborato alla creazione di parte delle tracce del nuovo album.

Grey Filastine è un artista audiovisivo nato a Los Angeles, di base a Barcellona, e molto spesso nomade. E’ autore di una musica transnazionale che fa collidere frequenze bassissime del dubstep con quelle altissime dei beat, dei violini, delle voci e dei rumori lo-fi presi dalla strada. Potreste averlo visto all’opera su una zattera che trasporta spazzatura lungo il Mississippi, in un minuscolo party di breakcore a Osaka o di fronte le 40mila persone al festival hip hop Boulevards di Casablanca. L’habitat naturale di Filastine è il live agitato, dove possa esplodere il suo groviglio di elettronica, percussioni acustiche e il carrello della spesa amplificato con ritmiche e video sincronizzati che ha caratterizzato i suoi concerti. Dopo l’acclamato debutto con Burn It (2006) sull’etichetta di DJ /rupture, il gradimento di Mary Anne Hobbs e John Peel, e una serie di mixtape pirata e 12” andati a ruba, come il progetto Sonar Calibrado su Tigerbeat6, nel 2009 Filastine pubblica Dirty Bomb, un polveroso soundclash globale di ritmi urbani che lo porta ad intraprendere un altro lunghissimo tour tra i cinque continenti.