#Fèsta

E-production

Fèsta 2022

Fèsta 2022
teatro, danza, musica
a cura di E Production 

Grazie a Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, Regione Emilia-Romagna, Ministero della Cultura
Con il sostegno di La BCC ravennate forlivese e imolese

4, 5, 6 ottobre Teatro Rasi – Ravenna

Menoventi
Entertainment. Una commedia in cui tutto è possibile
4-5 ottobre h 19

di Ivan Vyrypaev
con Tamara Balducci e Francesco Pennacchia
regia Gianni Farina
traduzione Teodoro Bonci del Bene
immagine Magda Guidi
voice over Consuelo Battiston
tecnica Francesco Nistri e Luca Telleschi
organizzazione Maria Donnoli e Marco Molduzzi
produzione Le Città Visibili, E production/Menoventi
con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Comune di Faenza
Si ringraziano l’associazione L’Attoscuro e il Comune di Montescudo – Monte Colombo
I diritti dell’opera sono concessi da henschel SCHAUSPIEL, Berlino, in collaborazione con Zachar International, Milano

Ora non vedo più né Steven né Margot, vedo solo due attori che limonano davanti a tutti.
Una donna e un uomo vanno a teatro per assistere a uno spettacolo che li porta a interrogarsi sull’intima natura dell’intrattenimento. Spettatori attenti e curiosi, condividono e commentano le loro intuizioni sulle regole della finzione teatrale e sul rapporto che intercorre tra i fantasmi che popolano il palcoscenico, senza riuscire a individuare un netto confine tra l’attore e il personaggio.

Roberto Magnani / Teatro delle Albe
Siamo tutti cannibali. Sinfonia per l’abisso.
4-5-6 ottobre h 21

da Moby Dick di H. Melville
con Roberto Magnani
musiche originali dal vivo Giacomo Piermatti (contrabbasso)
regia del suono Andrea Veneri
residenza artistica Masque Teatro
produzione Teatro delle Albe/Ravenna Teatro

Moby Dick è un libro sul tramonto della nostra società, canto straziante e psicotico, mistico e delirante. Leggerlo provoca lo stesso effetto che deve aver sperimentato chi ha potuto ascoltare Jimi Hendrix suonare dal vivo. Siamo tutti cannibali è un viaggio sonoro nei meandri del testo: creando uno spazio sia emotivo sia fisico, racconta tutto quello che le parole lasciano solo intuire.


Elisa Pol
Walking memories
29 ottobre ore 21 Almagià – Ravenna
in sinergia con ToDay To Dance

Di e con Elisa Pol
collaborazione artistica Raffaella Giordano
testi* Elisa Pol
disegno luci Pensiero di Maggio
frammenti sonori da Sleep di Max Richter
elaborazione del suono Flavio Innocenti
costumi Sofia Vannini
direzione tecnica Mattia Bagnoli
produzione Nerval Teatro, Sosta Palmizi, con il contributo di Emilia Romagna Teatro Fondazione, progetto vincitore del bando ERT- Spettacolo in Emilia Romagna Performing Arts under 40, con il supporto di Armunia, Olinda, E Production, KOMM TANZ/PASSO NORD progetto residenze Compagnia Abbondanza/Bertoni
in collaborazione con il Comune di Rovereto
Un ringraziamento particolare a Paola Bianchi, Barbara Caviglia, Franco Caviglia, Elena Marinoni e Michele Bariselli – Rifugio Quinto Alpini, immagine Daniele Villa Zorn

Walking Memories è una performance di gesti e di parole sulla montagna e sul mondo dei ricordi e della dimenticanza, un lavoro di e con Elisa Pol che, in collaborazione con la danzatrice e coreografa Raffaella Giordano, riflette sulle corrispondenze tra paesaggio e individuo, tra gli spazi, le trame, gli odori e i suoni dei luoghi e i loro intimi riflessi nell’animo umano.

 

// MORE TO COME //